Quale pellicola per schermi? E' necessaria?


Le famosissime pellicole protettive, quando il Touchscreen ancora non era presente come lo è oggi, magari avevano un utilità fine a se stessa. Servivano per non far sporcare lo schermo o per qualche altro motivo poco importante, ma oggi, oggi che siamo continuamente con le dita sui display di smartphone, tablet e notebook, è praticamente impossibile non utilizzarne una.
Eppure ci sono ancora persone come me che preferiscono toccare direttamente il proprio display piuttosto che appiccicarci schifezze sopra. Dico questo riferendomi alle moltissime persone che acquistano 100 pellicole per il proprio dispositivo a 10 centesimi aspettandosi magari che siano anche buone quando, la realtà, è che andando ad incollarle rimangono addirittura i segni della colla sullo schermo.
Se invece parliamo di pellicole certificate ma, soprattutto di ottima qualità, il discorso cambia. In quel caso è una questione di preferenza al tatto.
Però prima di parlare di questo, bisogna spiegare quanti e quali sono i tipi di pellicole più comuni presenti sul mercato.

Innanzitutto c'è da capire il motivo per il quale vogliamo applicare queste pellicole. Se lo fate semplicemente perché avete paura che il vostro display possa graffiarsi, la cosa ha senso soltanto se avete un dispositivo economico altrimenti, iPhone, Nexus e compagnia bella, dispongono di tecnologie come il "Gorilla Glass" che rende il display davvero resistente ai graffi.
Se invece siete stanchi di vedere ditate sui vostri display o volete semplicemente mettere una protezione in più al dispositivo, in base a quello che sto per scrivere, sceglierete che tipo di pellicola acquistare.

Lucida


Pellicola lucida su iPhone

La pellicola lucida è la classica pellicola che, una volta applicata, risulta totalmente invisibile. Non riduce la qualità del display o la sua luminosità e risulta naturale al tatto. Il problema forse più rilevante, però, sono le ditate che infesteranno il vostro bello schermo e, usarle sotto il sole, risulterà una pazzia bella e buona per via del "riflesso".
Inoltre, la facilità con cui si graffiano, specialmente quelle economiche, è spaventosa e spesso sono poco resistenti.
Quindi, questo tipo, è adatto a tutti coloro che non vogliono avere delle pellicole fastidiose all'occhio o sotto le dita e che non hanno intenzione di lasciare il display senza protezione.

Opaca


Pellicola opaca su iPhone

Anche la pellicola opaca è un tipo di pellicola molto comune e, se la si sceglie di bassa qualità, più che non essere buona, potrebbe finire direttamente nell'immondizia. Questo perché, a dispetto delle pellicole lucide, sono piuttosto visibili all'occhio e se ci si rivolge a dei prezzi davvero troppo bassi, come dicevo prima, queste hanno il vizio di ridurre la luminosità e addirittura la qualità dell'immagine del nostro dispositivo.
Nel frattempo però, se da un lato hanno questi difetti appena descritti, dall'altro c'è da dire che sono totalmente anti-impronte, anti-riflesso, molto resistenti ai graffi e si sporcano davvero poco. 
Al tatto invece, più che risultare naturali come quella lucida, sono leggermente ruvide e danno una sensazione che ad alcuni può piacere e ad altri no.
Personalmente trovo più sensato utilizzare una pellicola opaca costosa, che una lucida altrettanto costosa, sia per la sensazione al tatto che per i molteplici punti di forza di questa tipologia.

Specchio


Pellicola a specchio su iPhone

Concludiamo la lista con la cosiddetta pellicola "specchio" che, più che essere una vera e propria tipologia, è una funzionalità di alcune determinate pellicole lucide. Infatti, a schermo spento, il display del dispositivo diventa un vero e proprio specchio in grado di riflettere l'immagine ed è una particolarità molto utile a tutte quelle persone che hanno bisogno spesso di specchiarsi.
Purtroppo però, la qualità media delle pellicole a specchio in generale, sembra essere piuttosto bassa e, come ci si poteva aspettare, si hanno problemi ancora maggiori delle pellicole lucide sotto il sole dove, anche a schermo acceso, diventano degli specchi illeggibili.

Conclusioni


Sapendo quindi tutti i punti forza e le debolezze delle tipologie di pellicole, potrete scegliere quali utilizzare e soprattutto se utilizzarle. Ecco di seguito ricapitolati i pro e i contro delle due grandi "famiglie":

Lucide


Pro
  • Praticamente invisibili.
  • Al tatto quasi impercettibili.
Contro
  • Si graffiano facilmente.
  • Sotto il sole si hanno problemi di riflessione.
  • Rimangono molte ditate e si sporcano facilmente.

Opache


Pro
  • Anti-riflesso.
  • Anti-impronte.
  • Anti-graffio.
  • Molto resistenti.
Contro
  • Rovinano la qualità dell'immagine.
  • Diminuiscono la luminosità del display.
  • Al tatto sono ruvide e possono risultare fastidiose.
Author: Cerquone Giacomo