I migliori client BitTorrent


BitTorrent è un protocollo di rete di tipo Peer-To-Peer, nato nel 2002, ed utilizzato per lo scambio di dati tra i numerosi client. Nato dalla mano di Bram Cohen, un giovane programmatore di San Francisco, creatore anche dell’omonimo client scritto in Python.

Differentemente dagli altri sistemi di File Sharing, BitTorrent realizza un sistema di distribuzione dei file molto efficiente in modo da distribuire il file in questione tra il maggior numero di utenti i quali possono sia scaricarlo che distribuirlo.

I nodi condividono tra loro le porzioni di file che possiedono tramite un’adeguata coordinazione, ottimizzando i benefici tra di essi i quali sono incrementati quanto più è elevata la banda in uscita di ognuno di essi.



Il file in condivisione viene frammentato in numerose porzioni che vengono trasmesse e ricomposte, poi, una volta giunte a destinazione. Ogni porzione ha una dimensione prefissata che viene calcolata tramite uno specifico algoritmo e comunicata ad ogni client.

Per poter usufruire del protocollo è necessario possedere dei file Torrent (.Torrent), il quale non è altro che un descrittore con indice. Contiene la descrizione dei pacchetti cui è composto il file originale, nel particolare le chiavi di hash che servono proprio per garantire l’integrità delle singole porzioni. Il codice hash, difatti, è un codice univoco associato ad una collezione di byte (file o porzione di esso), se due file possiedono lo stesso codice di hash allora sono identici.

Numerosi sono i servizi in rete che permettono di scaricare i file torrent, spesso veri e propri motori di ricerca che, ormai, da più di 10 anni permettono di sfruttare il protocollo per scambiare film, musica, libri e tanto tanto altro in totale affidabilità e velocemente.

Gli scopi di utilizzo spesso sono illegali, per la maggioranza download di materiale pirata, ma non sono gli unici. Ubuntu, ad esempio, distribuisce le proprie distro anche tramite BitTorrent.

Per scaricare è, quindi, necessario possedere un Client Torrent che permetta di comunicare tramite questo protocollo. In questo articolo tratteremo una lista dei migliori e più diffusi Client per condividere i propri file con la rete.

BitTorrent


BitTorrent è il primo e tra i più famosi Client BitTorrent al mondo. Rilasciato nel 2002 in concomitanza al rilascio dello stesso protocollo p2p dal suo creatore Bram Cohen.
Prima scelta di molti ai tempi, col passare degli anni ha visto diminuire la propria fetta di mercato sempre più vorticosamente a causa di politiche spesso aggressive e poco puntate allo sviluppo.

Paradossalmente BitTorrent ha col tempo favorito i propri concorrenti. Nel 2006 ha acquisito µTorrent con la speranza, col tempo, di veder passare gli utenti µTorrent ad esso, ma la comunità µTorrent non ha gradito portando ad un lento, ma progressivo, calo degli utenti di µTorrent stesso



µTorrent


Per anni µTorrent è stato l’unica scelta per moltissimi, gratuito, veloce, affidabile e leggerissimo. Piccoli e grandi pregi che hanno visto il piccolo Client scalare la classifica fino a giungere in vetta in pochissimo tempo.
Purtroppo dopo l’acquisizione da parte di BitTorrent nel 2006 (alla beneamata cifra di 20 milioni di dollari), la qualità è scesa moltissimo. Il client è stato popolato di pubblicità molto più aggressive, le performance hanno visto un leggero calo e la leggerezza è andata quasi del tutto a farsi benedire, in voce di nuove funzionalità aggiunte che, però, ne hanno appesantito tantissimo il motore.


Tixati


Tixati, devo essere onesto, è il client a cui sono passato io personalmente dopo aver lasciato µTorrent, non senza tanto rammarico.
Tixati, come un tempo µTorrent, mira esclusivamente alle prestazioni. Non solo è leggerissimo (anche bruttissimo, con un’interfaccia molto scarna ma efficace), ma anche molto veloce nei download in quanto implementa un sistema (proprietario) che ne incrementa le prestazioni di download ed upload.

Inoltre, ad ogni download aggiunto, il sistema effettua un controllo di fattibilità sul disco, in modo tale da evitare danni al file scaricato.
In più Tixati fornisce una funzionalità molto originale per un client Torrent, un sistema di Chat che ricorda moltissimo mIRC.

Con un uso davvero parsimonioso di memoria ram e cicli di cpu, Tixati è stata la mia scelta.


qBittorrent


Se, come me, avete bisogno di un Client che sia non solo efficace e performante e non vi interessa che sia bello da vedere e gradevole, allora qBittorrent può essere la vosta scelta.

Brutto come non mai è leggero come una bolla di sapone, ben sviluppato e fornitissimo di funzioni.
Interessante anche la possibilità di inserire plugin per incrementare le funzionalità del sistema che, potrete non crederci, rimarrà comunque molto leggero.



Vuze


Vuze è il client per l’utente pigro, ma attento alla propria privacy.

Diventato conosciuto in quella fetta di utenza che naviga sotto VPN e Proxy privati, è un client funzionale ed elegante nella presentazione. Utilissimo per chi scarica molta musica e filmati in quanto possiede un riproduttore multimediale incorporato molto ben fatto e performante (funzionalità poi copiatagli anche da altri, ma non con gli stessi risultati).

Qualche pecca nelle performance dovuta all’ausilio della macchina virtuale Java ma nel complesso un buon prodotto che non deluderà.


Deluge


Deluge è il Client perfetto per chi non vuole fronzoli ma gettarsi sull’essenziale. Deluge non fa altro che gestire i processi di download ed upload dei vari torrent e nulla più.

Questa impronta molto diretta ha portato allo sviluppo di un prodotto molto leggero che è riuscito col tempo a tagliarsi una fetta di mercato non indifferente anche grazie ad un’interfaccia molto piacevole e semplice da utilizzare.

Transmission


Transmission è uno dei Client più famosi, forse grazie ad Ubuntu che per anni lo forniva come Client preinstallato, o grazie al porting (non ufficiale) per Windows che è stato tanto richiesto da una fetta di utenza, forse indecisa tra i due sistemi operativi.

Fatto sta che Transmission è diventato parte della storia di BitTorrent con le proprie personalizzazioni, opzioni e funzionalità fornite, anche se, forse, se le fa pagare un po’ in termini di prestazioni e consumo di risorse.


Folx


Disponibile solo per utenti OSX, deve il suo, discreto, successo alla sua perfetta integrazione con Mozilla Firefox, Safari e Google Chrome oltre che all’estensione FlashGot.
Permette agli utenti di scaricare file sia dal browser stesso che tramite l’applicativo Folx stesso.

Molto semplice e leggero.


Free Download Manager


Free Download Manager (da ora FDM) è un download manager open source sviluppato per piattaforma Windows. Rilasciato nel 2004, ha ricevuto numerosi premi come il Webuser Gold Award nel 2007.

Il sistema in realtà non è esclusivamente un client torrent, anzi, supporta una vastissima gamma di protocolli tra i quali: http, ftp, mms/rtsp, dropbox e tanti altri.

Per niente leggero come gli altri client, ha il vantaggio di poter essere utilizzato per praticamente qualunque tipo di download.

KGet

Sviluppato per piattaforma Linux, è fornito di default con il pacchetto KDE Network. E’ il download manager predefinito del browser Konqueror, ma può essere utilizzato anche con Mozilla Firefox.

Leggero e funzionale, permette anche il download tramite http ed ftp.

Lftp


Lftp è un semplicissimo Client ftp che poi col tempo ha iniziato a supportare anche altri protocolli tra i quali ftps, http, https, hftp, fish e, infine, torrent.

Differentemente dai precedenti è un client esclusivamente da linea di comando Unix.

qBittorrent


qBittorent  un client multipiattaforma, tra quelli con maggiore compatibilità. Nato nel Marzo del 2006, scritto in C++, è compatibile con sistemi Linux, BSD, Mac OSX, OS/2 e Windows.

L’interfaccia è gradevole e le prestazioni più che sufficienti, anzi migliori di sistemi con eguali funzionalità come Vuze ma senza l’ausilio della macchina virtuale che appesantisce di molto il sistema.