Confronto tra PC e MAC, qual è meglio?


L’articolo di oggi si prospetta essere uno dei più controversi della mia carriera, tratteremo infatti il confronto tra Mac e PC di ultima generazione.
La gara sempre accesissima ormai procede da anni senza colpo risparmiato, entrambe le case hanno addirittura mandato in onda delle pubblicità con espliciti confronti tra i sistemi operativi.
I fanboy delle due case, poi, hanno da sempre alimentato il dibattito ed uscirne obiettivi è un risultato davvero notevole che richiede uno sforzo non indifferente, in fondo tutti abbiamo le nostre preferenze.



E voi?


Ciò da cui vorrei partire è un argomento già discusso in precedenza (vi invito a leggere l’introduzione dell’articolo “Perché passare a Windows Mobile” in merito http://www.feeddolphin.com/2013/12/perche-passare-windows-mobile.html) e cioè: come definire una serie di parametri chiari in base ai quali una cosa è obiettivamente migliore di un’altra?

Tutto dipende in gran parte dall’uso dell’utente, è esso stesso a fare da misura e misuratore del dispositivo in questione.

Tenteremo, allora, di sfruttare un approccio mirato verso questa condizione, partendo dal prodotto Apple e valutando i seguenti argomenti: Costo e scalabilità, Qualità, Performance ed Efficienza e Facilità d’uso, essendo unico il produttore degli Apple computer ed essendo molteplici invece i produttori di PC preferiamo soffermarci sul primo da cui derivare le differenze con i secondi.



Il Costo


Uno dei fattori di fondamentale importanza è la valutazione del costo, forse il più importante nella scelta tra un Mac ed un PC.
I Mac, come il lettore certamente saprà, sono tra i computer più costosi attualmente sul mercato, non vi sono fasce basse ed è impossibile tornare a casa con un computer Apple in mano ed una spesa sotto i mille euro.
Una spesa non indifferente, ma siamo sicuri che sia adeguata per l’utente medio?

Personalmente? Non penso proprio.

L’utente medio alla ricerca di un portatile leggero, performante, adeguato alla visione di film, alla navigazione e alla gestione di attività di ufficio dubito che possa trovare chissà quale vantaggio in uno strumento il cui costo è, come minimo, a 4 cifre.

Oggigiorno ultrabook PC sono sul mercato anche a 400€, fornendo all’utente più di quanto abbia realmente bisogno, differenza sostanziale che, a mio parere, non giustifica una spesa di oltre il doppio.

Nel caso invece in cui trattasi di professionista, è da valutare l’uso.

Se è necessario lavorare con la grafica e la riproduzione dei colori più realistica è possibile, come con i fotografi, allora attualmente è una spesa anche sostenibile, ma solo per lo schermo retina che è ancora uno degli schermi migliori sul mercato.

La situazione non è più la stessa di qualche anno fa, ormai i concorrenti hanno raggiunto la stessa qualità, ma comunque se si cerca il meglio è un’opzione sicuramente da valutare.

Pertanto: se il costo del dispositivo è un problema non da poco, è caldamente sconsigliata la scelta di un Mac, è possibile trovare dispositivi (quasi) di pari livello a metà prezzo, non giustificando in alcun modo la scelta di un sistema operativo rispetto ad un altro.



Qualità


La qualità è anch’essa un concetto vagamente opinabile, ma possiamo comunque estrapolarne alcuni dati in modo da poter comunque definire un paragone senza peccare di superficialità.
I computer Apple sono prodotti di qualità?

Dal punto di vista dell’architettura trattasi di prodotti stabili, performanti e discretamente resistenti. La qualità dei dispositivi hardware è comunque molto elevata, anche se c’è da dire che la mediana è molto molto vicina allo schermo retina che ne alza la media.

La qualità del case dei dispositivi Apple è, purtroppo, un po’ carente. Spesso mi è capitato di vederne alcuni in condizioni pessime, letteralmente smontati. Fino a 5 o 6 anni fa la Apple montava sui propri MacBook una vite vuota, non avvitata a nulla, solo perché potesse rendere bilanciata l’estetica, avendo il dispositivo una vite anche sull’altro lato. Inutile dire che le probabilità che la stessa terminasse in un buco aperto entro pochi mesi era molto elevata.

Di certo non se la giocano meglio i prodotti PC con alcune case, acquistare un Acer è come acquistare per la discarica, così come con alcuni HP, Sony Vaio, sembra non salvarsi nessuno.

Eppure una anche solo superficiale occhiata al case del prodotto basterebbe per rendersi conto che un uso di plastiche di bassa qualità già può essere motivo più che sufficiente per escludere quel determinato prodotto.

Insomma, occhio a ciò che acquistate.


Performance


OSX, il sistema operativo per Mac, è da sempre sinonimo di stabilità e fluidità. Effettivamente ancora non esiste un sistema paragonabile ad esso, è vero che Microsoft ci si è avvicinata molto rispetto a prima con sistemi quali Windows7 e Windows8, ma, nel caso dell’ultimo ad esempio, perdendo in praticità d’uso e, comunque, non raggiungendo l’antagonista.

Il sistema di casa Apple è effettivamente un sistema stabile, sicuro e molto fluido, anche se c’è da dire che non è più così esente dai difetti come si diceva fino a qualche anno fa.
Ormai i virus esistono anche per dispositivi Apple, anche se in minoranza rispetto ai PC, così come è ormai antiquata la concezione in base alla quale i PC andassero formattati in continuazione, mentre un Mac è per sempre affidabile. Non è più così.


Facilità d’uso


Finché il paragone era con Windows7, avrei parlato di un peso leggermente pendente verso OSX, più accattivante e semplice da utilizzare, ma non così distante dal cugino ormai alla portata di qualunque utente.
Con Windows8 il compito si è complicato: Windows 8.1 è un sistema fluido, performante ed efficiente, ma non proprio semplicissimo da usare.

Vero è che con uno schermo touch le cose cambiano tantissimo, ma gli schermi touch non sono ancora così diffusi da poter sviluppare un sistema ad esso dedicato, risultato? Un sistema caotico ed un po’ complesso da utilizzare con soli mouse e tastiera.


L’interfaccia di OSX, con le gestualità sul pad del mouse, rende le operazioni molto semplici ed alla portata di chiunque.