L'ADHD può essere diagnosticata già dai 4 anni di età



I bambini che abbiano raggiunto i quattro anni possono essere diagnosticati e curati dalla sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), secondo le linee guida dell'Accademia dei Pediatri Americani. Le precedenti linee guida coprivano i bambini dai 6 ai 12 anni, mentre le ultime si riferiscono ai bambini e ragazzi dai 4 ai 18 anni, perché c'è stata ulteriore ricerca su quelle età, dice Mark Wolraich, capo del comitato che preparò il resoconto, rilasciato domenica scorsa alla Conferenza Nazionale dell'Accademia dei Pediatri Americani a Boston.


Il trattamento precoce può allo stesso tempo aiutare i bambini e ridurre lo stress familiare, dice Wolraich. "Questi bambini potrebbero essere stati esclusi da programmi prescolari o potrebbero avere genitori che si arrabbino con loro il più del tempo." L'ADHD colpisce l'8% dei bambini e ragazzi, dice il medesimo.
Le linee guida consigliano ai fornitori di servizi sanitari primari di iniziare una valutazione per ADHD nei giovani fra i 4 e i 18 anni che presentino sintomi come disattenzione, iperattività o impulsività, dice Wolraich, professore di pediatria all'Università di Oklahoma City.

Per quanto riguarda la cura dell'ADHD in bambini in età prescolare, la prima iniziativa spetta ai genitori, i quali devono incoraggiare e premiare i comportamenti adeguati e ignorare o punire quelli inappropriati, dice il professore. Se i bambini non mostrano miglioramenti significativi dopo questa terapia comportamentale e se hanno sintomi ADHD da moderati a severi, i medici possono considerare l'opzione di prescrivere il Ritalin, cominciando con piccole dosi e  sempre con cautele, dice Wolraich.

"Sappiamo che l'intervento precoce fa la differenza - quanto prima l'ADHD viene diagnosticata a curata, tanto meglio per il bambino", dice Ruth Hughes, presidente del CHADD (Bambini a Adulti con ADD).