Energia Eolica E Mulini A Vento

Che cos'è l'energia eolica e come funzionano i mulini a vento?
L'energia eolica è l'energia elettrica generata dal venti. Considerata una delle più promettenti fonti rinnovabili del futuro, è un ritorno al passato, visto che i mulini a vento erano piuttosto diffusi nell'antichità.

L'energia cinetica legata al movimento delle masse d'aria tra zone d'alta e bassa pressione atmosferica è presente ovunque ma solo in certe zone è tanto costante e intensa (almeno 15-20 Km/h) da poter essere sfruttata.



Impianto eolico su un campo
Ecco un piccolo impianto eolico
situato su un campo


Gli aerogeneratori sono costituiti da un motore montato su una torre e formato da pale (una, due o tre) che azionano il generatore. L'altezza della torre può variare da 45 a 65 metri e raggiungere i 100, i rotori possono avere un diametro da 40 a 90 metri, per arrivare fino a 120. Le pale raggiungono velocità superiori anche di cinque volte a quella del vento e, in caso di tempeste, possono toccare velocità quasi supersoniche.

Quanta energia producono i generatori eolici? Generatori di medie dimensioni forniscono qualche centinaio di kilowatt di potenza con un vento di 40 Km/h, i grandi impianti possono arrivare a 1000. L'Europa ha la maggior potenza eolica installata a livello mondiale.

Perchè in Italia i generatori eolici non hanno avuto successo? In Italia si incontrano difficoltà sia per la scarsa ventosità media, la conformazione montuosa e l'alta densità abitativa, sia sotto il profilo dell'impatto ambientale. Inoltre gli impianti multipli (wind farms) sono rumorosi e possono provocare danni alla fauna avicola (gli uccelli).


Alternative ai generatori eolici
La tecnologia è però in rapida evoluzione: si pensa al mini-eolico, meno invasivo; a nuovi materiali più leggeri o trasparenti per le pale; all'installazione di grandi impianto off-shore, al largo delle coste o addirittura a sfruttare le correnti ascensionali che si formano nelle fasce tropicali degli oceani. Se vuoi saperne di più, leggi Impianti domestici Minieolici e Microeolici.

Progetti futuribili riguardano l'installazione in mare aperto di torri alte qualche chilometro, composte di milioni di palloni gonfiati a elio e sormontate da turbine, oppure di enormi dirigibili rotanti, di imbuti che aumentano pressione e velocità dell'aria in uscita o di autogiri, cioè dispositivi simili alle pale degli elicotteri.

Un progetto italiano punta su una sorta di giostra eolica ad aquiloni, simili a quelli usati per il kite surfing, che può intercettare venti a 500-800 metri di quota, ma gli americani puntano a sfruttare le correnti a getto, quelle che soffiano a 10.000 metri di quota fra i 20 e i 40 gradi di latitudine nell'emisfero boreale.


Articoli che potrebbero interessarti:
"I Termovalorizzatori"